Bandi e Fondi perduto per le Associazioni, News

Canone agevolato su Immobili dello Stato per le Associazioni Sportive. Novità dalla Legge di stabilità 2015.

Download PDF

Lo sapevate che una legge dava la possibilità di avere immobili a canone agevolato per alcune Associazioni o Enti?

Ce lo ricorda la legge di Stabilità 2015 (approvata lo scorso 22 dicembre), la quale ha introdotto detta agevolazione anche con riguardo alle Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Il DPR 296/2005 aveva infatti introdotto la possibilità che i beni immobili dello Stato potessero essere concessi in concessione (gratuita) o locazione a canone agevolato “per finalità di interesse pubblico connesse all’effettiva rilevanza degli scopi sociali perseguiti in funzione e nel rispetto delle esigenze primarie della collettività e in ragione dei princìpi fondamentali costituzionalmente garantiti” recitava la Legge.

Chi poteva beneficiare di queste agevolazioni?

Articolo 11 Soggetti beneficiari a canone agevolato 1. I beni immobili dello Stato di cui all’articolo 9 possono essere dati in concessione ovvero in locazione a canone agevolato per finalità di interesse pubblico connesse all’effettiva rilevanza degli scopi sociali perseguiti in funzione e nel rispetto delle esigenze primarie della collettività e in ragione dei princìpi fondamentali costituzionalmente garantiti, a fronte dell’assunzione dei relativi oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria, in favore dei seguenti soggetti: a) le regioni, nonché gli enti locali di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267;

  1. b) gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti della Chiesa cattolica e delle altre confessioni religiose i cui rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base delle intese ai sensi dell’articolo 8 della Costituzione; c) gli enti parco nazionali di cui all’articolo 4, comma 8, della legge 23 dicembre 1999, n. 488;
  2. d) la Croce Rossa Italiana;
  3. e) le organizzazioni non lucrative di utilità sociale di cui all’articolo 10, commi 1, 8 e 9, del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, e le associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale previsto dall’articolo 7, commi 1 e 2, della legge 7 dicembre 2000, n. 383;
  4. f) le istituzioni a carattere internazionalistico sottoposte alla vigilanza del Ministero degli affari esteri, di cui alla tabella allegata alla legge 28 dicembre 1982, n. 948;
  5. g) le istituzioni, le fondazioni e le associazioni non aventi scopo di lucro, anche combattentistiche e d’arma, le quali:

1) (Non ammesso al visto della Corte dei conti) 1 ;

2) perseguono in àmbito nazionale fini di rilevante interesse nel campo della cultura, dell’ambiente, della sicurezza pubblica, della salute e della ricerca;

3) svolgono la propria attività sulla base di programmi di durata almeno triennale;

4) utilizzano i beni di proprietà statale perseguendo, ove compatibili con i propri scopi, l’ottimizzazione e la valorizzazione dei medesimi, garantendo altresì la effettiva fruibilità degli stessi da parte della collettività.

Ora anche le Associazioni Sportive Dilettantistiche possono beneficiare di canone agevolato o concessioni su immobili di proprietà dello Stato.

rental-property

Quali sono gli oneri per utilizzare gli Immobili dello Stato?

Il DPR precisa che le Associazioni a cui vengono concessi in locazione o concessione gli Immobili di proprietà dello Stato, provvedano alla manutenzione ordinaria e straordinaria.

 

Non resta quindi che recarvi nelle vostre amministrazioni locali di riferimento per ottenere la concessione o locazione di un immobile sfruttando l’agevolazione offerta dalla Legge di stabilità.

 

Il Team Asso360

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply