Vademecum Costituzione Associazione Sportiva Dilettantistica

Costituzione di una Associazione Sportiva Dilettantistica

Download PDF

Al via dei campionati campionati dei vari sport o per coloro che pensano di costituire una associazione sportiva dilettantistica, si susseguono le solite domande:

  1. Quale Federazione devo o posso scegliere?
  2. Come faccio ad avviare una Associazione Sportiva Dilettantistica?
  3. Quali passi devo seguire per le pratiche di avvio dell’Associazione?

In questo articolo cerchiamo di rispondere sinteticamente ai passi fondamentali che occorrono per l’apertura di una nuova Associazione.

1) Scelta della federazione di appartenenza

Per alcuni la scelta della federazione è obbligatoria o quasi, pensiamo per esempio al calcio-figc, pallavolo-fipav, ecc..

Per altri invece la possibilità potrebbe non essere così scontata. Ad esempio questo è vero per quanto riguarda le sempre maggiori palestre di Crossfit, o di altre discipline emergenti… in questi casi abbiamo visto un pò di tutto, dalla Uisp – trasversale su tutti gli sport –  allo CSEN, MPS, ecc. Vale la pena prendere un appuntamento con la sede territoriale più vicina di una di queste federazioni prima di decidere.

2) Adempimenti necessari per l’avvio di una associazione sportiva dilettantistica?

Dobbiamo ricordare che un’Associazione Sportiva Dilettantistica presuppone lo svolgimento di un’attività sportiva non professionistica e riconosciuta dal CONI nei suoi regolamenti. E’ pertanto fondamentale che tali attività previste dallo statuto siano rispettate per beneficiare dei regimi fiscali di favore.

 

Vademecum per la costituzione dell’Associazione

a) Atto costitutivo e Statuto.

 

b) Registrazione dell’Atto costitutivo e StatutoTracciabilità Pagamenti Associazioni

L’atto costitutivo e Statuto può essere siglato con forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata.

Per atto pubblico si considera l’atto siglato di fronte ad un pubblico ufficiale (solitamente il Notaio), tuttavia per dare prova della presenza di un PROVA LA DEMO GRATISdocumento è sufficiente che le stesso sia registrato presso l’Agenzia delle Entrate (soluzione sicuramente meno costosa).

In questa seconda ipotesi:

Si richiede l’attribuzione del Codice fiscale all’agenzia delle entrate con il modulo AA5-6-CF (guarda sopra).

Si registra l’atto costitutivo e lo statuto con i modelli (Per informazione: si appongono una marca da bollo da 16,00€ ogni 4 pagine o 100 righe e si paga l’importo fisso di € 200,00 ).

c) Iscrizione alla Federazione e al Coni

  • Chiedere l’iscrizione dell’Associazione al CONI (recatevi dalla Federazione);

d) Esercizio dell’opzione

L’opzione deve essere effettuata per i soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione IVA annuale nel quadro VO.

Per coloro che iniziano una nuova attività commerciale attraverso il comportamento concludente e presentando alla fine del periodo di imposta la scelta effettuata in dichiarazione, ciò vale anche per i contribuenti esentati dalla presentazione del modello di dichiarazione annuale IVA.

Inoltre tale opzione deve essere comunicata entro 30 giorni alla SIAE di competenza.

e) Modello EAS

Il modello Eas è il prospetto con 38 domande sui dati rilevanti ai fini fiscali che il legale rappresentante delle associazioni deve compilare e inviare all’agenzia delle Entrate (per le associazioni di nuova costituzione la trasmissione deve avvenire entro 60 giorni dalla nascita dell’Ente).

L’associazione che non presenta il modello EAS rischia di perdere le agevolazioni fiscali per le imposte sui redditi e l’IVA, in pratica viene accomunata ad un’impresa vera e propria.

 

Il Team di Asso360

Haì bisogno di consulenza? Contattaci, ti mettiamo in contatto con il professionista più indicato alle tue esigenze.

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply