11417914-accounting
News

Associazioni: confermato il pagamento per contanti fino a 1.000. Pubblicata la Legge in Gazzetta Ufficiale.

Download PDF

E’ ora ufficiale, alle ASD è consentito pagare per contanti fino a 1.000 Euro. Così come avevamo scritto qualche settimana fa, la norma inserita nel Decreto di Stabilità, è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale in data 29 dicembre 2014.

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 102E, ha così chiarito in merito alle modalità di pagamento, quindi la tracciabilità delle somme in entrata o in uscita delle Associazioni Sportive Dilettantistiche.

L’articolo 25, comma 5, della legge n. 133 del 1999 dispone che i pagamenti effettuati a favore di società, enti ed associazioni sportive dilettantistiche, nonché i versamenti da questi operati, se di importo superiore a lire 1.000.000 [euro 516,46], “sono eseguiti (…) tramite conti correnti bancari o postali a loro intestati ovvero secondo altre modalità idonee a consentire all’amministrazione finanziaria lo svolgimento di efficaci controlli, che possono essere stabilite con decreto del Ministro delle finanze (…)”. In attuazione del citato articolo 25, comma 5, della legge n. 133 del 1999, il decreto del Ministro delle finanze 26 novembre 1999, n. 473, ha individuato, all’articolo 4, le modalità di effettuazione dei versamenti effettuati dagli enti sopra richiamati, comprese le erogazioni liberali a favore degli stessi, i contributi a qualsiasi titolo concessi, le quote associative ed i proventi che non concorrono a formare il reddito imponibile, stabilendo che tali versamenti possono essere eseguiti, oltre che tramite conti correnti bancari o postali, anche mediante carte di credito o bancomat. Analoghe modalità devono essere utilizzate per l’effettuazione dei pagamenti a favore dei medesimi enti (sempre che siano di importo superiore alla soglia normativamente prevista).

Con circolare n. 43/E datata 8 marzo 2000 è stato chiarito che i predetti versamenti e pagamenti possono essere operati anche attraverso “altri sistemi (…) che consentano concretamente lo svolgimento di efficaci e adeguati controlli quali, ad esempio, assegni non trasferibili intestati alla associazione sportiva destinataria (…)”.

In sostanza, l’articolo 25, comma 5, della legge n. 133 del 1999 impone il ricorso a mezzi di pagamento che consentano la tracciabilità delle somme.

La Legge di Stabilità sposta quindi il limite massimo da 516,46 Euro a 1.000 Euro.

La Legge da quando entra in vigore?


Asso360 è un software CLOUD per gestire la contabilità delle Associazioni Sportive Dilettantistiche

PROVA LA DEMO GRATIS


Quello dell’efficacia delle Leggi o Decreti Legge è sempre un aspetto importante a cui pochi badano. Proviamo a fare chiarezza:

La Legge n. 190 del 23/12/2014 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale in data 29/12/2014, mentre entra in vigore solo dal 1 gennaio ’15.

Tuttavia, ogni contenuto si intende efficacie, quindi valido e opponibile ai terzi, dalla data di entrata in vigore, pertanto solo dal primo dell’anno. Non esiste retroattività delle operazioni attuate in data inferiore a quella dell’entrata in vigore della norma da far valere in caso di controllo.

N.B.: si precisa che gli articoli presenti nel Blog di Asso360, sono da considerarsi approfondimenti, sintesi o riassunti della normativa in merito alle Associazioni Sportive Dilettantistiche. Pertanto Asso360 non si assume nessuna responsabilità per un uso non adeguato delle informazioni ivi rappresentate. 

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply